Vincenzo Voce alla Sacal: basta scippi a Crotone!




"Ancora una volta il nostro territorio subisce uno scippo". A due giorni dalla presentazione del nuovo operativo dei voli Ryanair dalla Calabria, il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, scende in campo contro le scelte di Sacal e della regione Calabria. Nella programmazione della Sacal per i prossimi mesi, nelle 19 rotte che la compagnia irlandese farà dalla Calabria solo tre (Milano-Bergamo, Bologna e Venezia) coinvolgono lo scalo di Crotone, mentre le altre 16 sono sullo scalo lametino. Inoltre c'è la novità, da Lamezia Terme del volo per Norimberga che negli anni scorsi era operato da Crotone. A detta del Sindaco pitagorico, “la recente comunicazione della Sacal sui nuovi voli nei tre aeroporti calabresi vede il nostro scalo fortemente penalizzato E’ sembrato quasi di assistere a quel vecchio gioco delle “tre carte” che si faceva ai margini dei binari delle stazioni ferroviarie. Con la differenza che lo scenario è cambiato: adesso è un aeroporto". Relativamente al volo per Norimberga, che negli anni passati era operativo su Crotone con percentuali di riempimento anche del 90%, ed oggi è stato trasferito a Lamezia, il sindaco ribadisce lo scippo: "Non intendiamo subire passivamente ed intendiamo reagire a queste scelte che non tengono conto dei dati positivi registrati, ad esempio, dal collegamento con Norimberga. Non lo faremo da soli. - annuncia il sindaco di Crotone -. Ho intenzione di coinvolgere il comune di Reggio Calabria affinché insieme si porti il nostro dissenso sul tavolo regionale".Secondo Vincenzo Voce "la Regione non può restare sorda alle esigenze del nostro territorio. Sopprimere collegamenti internazionali significa vanificare ogni sforzo che la città sta compiendo per il suo rilancio dal punto di vista turistico e, di riflesso, economico". Il primo cittadino lancia anche un messaggio al gestore degli aeroporti calabresi "Sia chiaro a Sacal che non vogliamo contentini ma una seria politica di rilancio dello scalo crotonese. Su questo punto saremo intransigenti e saremo determinati perché l’aeroporto di Crotone non è uno scalo di serie B ma una infrastruttura fondamentale per il territorio".

Francesco Rizza

11 visualizzazioni0 commenti