Stagione sperimentale per la pesca della sardella al via a Crotone. Presente assessore Gallo.




Ha preso il via, a Crotone, la seconda stagione della campagna sperimentale per la pesca della sardella. Si tratta di un progetto, promosso dalla Regione ed approvato dal Mipaaf, riguardante due distinte proposte di piano di gestione, finanziate con fondi Feamp 2014/2020, relative l’una alla Gsa 10 (sub-area geografica Tirreno meridionale) e l’altra alla Gsa 19 (sub area Ionio occidentale). La campagna sperimentale, avviata nell’inverno del 2021 e giunta alla seconda annualità, punta a verificare tempi, luoghi e modalità di pesca, soprattutto in ordine alla composizione del pescato e della struttura demografica dei giovanili di sardina, in vista di una possibile ripresa della pesca della sardella anche a fini commerciali. “Sono convinto - ha sottolineato l'assessore regionale all'agricoltura Gianluca Gallo - che i dati raccolti attraverso l'azione dei nostri pescherecci possano consentire la pesca della sardella che per noi è un forte marcatore identitaria. Il progetto - per Gallo - prevede per due anni lo studio e la sperimentazione di questa pesca con una relazione finale che verrà inviata al ministero delle politiche agricole per poter poi avere dalla Commissione europea il via libera alla legittimazione della pesca della sardella con le necessarie prescrizioni”. Relativamente al caro carburanti che sta mettendo in difficoltà le aziende agricole, zootecniche ed il settore della pesca, l'assessore regionale ha aggiunto che "abbamo posto questa problematica al ministero e credo che cominceranno ad esserci primi interventi a breve per sterilizzare questi aumenti. Bisognerà vedere se il sistema paese regge. Io credo che gli interventi ci saranno. Ieri c'è stato un primo provvedimento per 80 milioni di euro alle imprese agricole e mi auguro possa esserci anche per altri settori come zootecnia e pesca”.

Francesco Rizza

11 visualizzazioni0 commenti