"Si bonifichino i siti di interesse nazionale in Calabria e Puglia". Lo chiede Dalila Nesci.



Un'accelerazione della bonifica dei siti di interesse nazionale di Crotone, Cassano e Cerchiara in Calabria e di Taranto in Puglia è stata chiesta al ministero della trasmissione ecologica dalla sottosegretaria per il Sud Dalila Nesci. "Le bonifiche delle aree inquinate del nostro territorio rappresentano una priorità, non solo per mitigare i rischi ai danni della popolazione ma anche per rimuovere gli ostacoli allo sviluppo. Come Governo, in particolare attraverso il ministero della Transizione ecologica, stiamo lavorando per procedere con la massima urgenza alle bonifiche e alla nomina del commissario straordinario. Ho incontrato i commissari della Camera di commercio di Crotone, Alfio Pugliese, e di Taranto, Gianfranco Chiarelli, per discutere delle criticità che riguardano le zone interessate e delle azioni da mettere in campo per restituire il territorio ai cittadini nella sua integrità". Per la Parlamentare pentastellata. "è necessario procedere alla riparazione del danno ambientale, impiegando le risorse già stanziate, e realizzare le opere infrastrutturali non solo per bonificare le aree ma anche per favorirne il rilancio in termini produttivi e di sviluppo. Le opere di ripristino ambientale, gli interventi di rigenerazione urbana e la nomina del commissario dei Siti di interesse nazionale di Crotone e Taranto sono di primaria importanza per il rilancio di tutta la costa jonica. Dopo anni di politiche industriali controproducenti, il Sud ha il diritto di ripartire guardando alla crescita sostenibile. Continuiamo a garantire il massimo impegno - aggiunge la Nesci - per favorire la transizione ecologica dei territori e la rinascita delle aree inquinate di Crotone e Taranto".

Francesco Rizza

7 visualizzazioni0 commenti