Processo "Thomas" : 8 anni e 6 mesi al cardiologo dei Grande Aracri.




All'interno del processo "Thomas" il Tribunale di Crotone ha condannato ad otto anni e sei mesi al cardiologo Alfonso Sestito, cinantatreenne di Cutro accusato di associazione mafiosa per aver finanziato alcuni affari della cosca Grande Aracri nel settore immobiliare. Per lui il pm della Dda di Catanzaro Domenico Guarascio aveva chiesto una condanna a 10 anni e 8 mesi. L'accusa ritiene che lo stesso Cardiologo avrebbe svolto per la cosca il terminale economico al servizio della cosca Grande Aracri per gestire condomini, acquisire terreni e il controllo dei villaggi turistici. Lo stesso collaboratore di giustizia Dante Mannolo, nelle sue dichiarazioni ha confermato la consapevolezza di Sestito di operare per conto della cosca. Sestito, fra le altre cose, gestiva direttamente i servizi condominiali delle strutture turistiche oppure utilizzava società costituite ad hoc come la “Camelia” srl. Inoltre come medico al policlinico Gemelli di Roma si adoperava affinché i membri della cosca Grande Aracri fruissero di permessi sanitari e attestazioni mediche in grado di influire sui giudizi di incompatibilità carceraria. In questo procedimento è costituito parte civile l’imprenditore Giovanni Notarianni, assistito dagli avvocati Michele Gigliotti, in qualità di persona offesa privata e di rappresentate legale di Alberghi del Mediterraneo. Il collegio ha condannato l’imputato a risarcire la parte civile, determinando il quantum in sede civile e rigettando la richiesta di provvisionale proposta. Sestito è difeso dagli avvocati Gregorio Viscomi e Salvatore Staiano

Francesco Rizza

243 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti