Partecipato a Roccabernarda il Consiglio comunale straordinario a sostegno di Francesco Coco




Roccabernarda e l'alto Marchesato si sono schierati dalla parte della legalità contro l'aggressione di sabato scorso subita da Francesco Coco, ex sindaco e maresciallo dei Carabinieri della stessa cittadina. Numerosi i cittadini e le rappresentanze istituzionali che nel pomeriggio di oggi hanno preso parte al Consiglio comunale straordinario fortemente voluto dall'Ammistrazione comunale del sindaco Luigi Foresta. Relativamente alla manifestazione pubblica svolta nelle strade cittadine cui ha partecipato un migliaio di persone provenienti anche dalle cittadine limitrofe, esprime soddisfazione la maggioranza di "Rocca Nova" che da alcune settimane amministra la cittadina. "In rare occasioni - si legge in una nota diffusa dal profilo web comunale - abbiamo visto un numero così elevato di Donne, di Uomini e Bambini. Ringraziamo anche i tanti Cittadini di altri paesi che ci hanno onorato della propria presenza. Ringraziamo tutte le autorità politiche e religiose presenti oltre a tutti i rappresentanti delle associazioniUn Ringraziamento speciale alle Forze Armate che hanno preso parte al corteo ed a quelle che, da lontano, erano vicine a noi". Intanto, con le accuse di tentato omicidio pluriaggravato e violazione di domicilio il Tribunale dei minorenni di Catanzaro ha disposto la custodia cautelare in un istituto minorile per i due 17enni ritenuti responsabili del l'agguato. I due giovani erano stati individuati nell'immediatezza del fatto dai carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro e condotti nel cpa del carcere minorile di Catanzaro. Dinnanzi al Giudice del Tribunale dei minorenni di Catanzaro per l'udienza di convalida dell'arresto, i due indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. A difenderli l'avvocato Antonio Ierardi, assessore comunale di Petilia Policastro.

Francesco Rizza

72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti