Continua l'accoglienza dei Profughi a Santa Severina.



Santa Severina: si entra nel vivo nel dare ospitalità ai Profughi ucraini. Lo comunica con un post il sindaco Lucio Giordano. I canali, comunica, sono due: quelli istituzionali attraverso la prefettura e quello attraverso le associazioni legate alla chiesa ortodossa. Domani 13 marzo, comunica inoltre il Sindaco è previsto nel pomeriggio attraverso i canali della Prefettura di Crotone l’arrivo di 28 profughi presso una struttura di Campo Denaro, altri 30 arriveranno sempre nel pomeriggio a Santa Severina. A questi 30 che comprendono minori anche di piccola età dovremo dare ospitalità noi. Da domani, aggiunge Lucio Giordano, sarà operativa anche una struttura che avrà a capo il vicesindaco Vigna. Intanto, comunica il primo Cittadino, i Vigili del fuoco hanno visionato due strutture comunali che saranno messe a disposizione della prefettura per l’accoglienza dei profughi. Anche con queste iniziative, Santa Severina si conferma capitale del l’accoglienza nell’alto Marchesato crotonese, a partire dalle nuove generazioni. La scorsa mattina, infatti, il locale Consiglio comunale dei ragazzi ha aderito alla manifestazione contro la guerra indetta dalla rete “coloriamo il nostro futuro”. Tanti i cartelloni, poi i discorsi quello del mini sindaco e di tanti ragazzi. Fra questi due ragazzi ucraini, le cui mamme sono ucraine e i nonni a Mariupol sotto i bombardamenti che, rivolgendosi direttamente a Putin, hanno detto: “Dio vede e provvede ….. abbia paura dei fantasmi ….. in russo pristaki”.

Francesco Rizza

118 visualizzazioni0 commenti