Chiusura del Centro per l’impiego di Petilia Sestito di "Un'altra Calabria è Possibile" non ci stà




Esiste una volontà politica, nella regione Calabria, di emargizzare l'Entroterra crotonese ed il caso del Centro per l’impiego di Petilia Policastro ne è una prova. "Questa scelta - scrive Filippo Sestito candidato alle elezioni regionali con “Un’altra Calabria è possibile” - compromette, di fatto, un servizio fondamentale quale quello di promuovere l’accesso e la ricollocazione in attività lavorative per tutti coloro che risiedono nelle aree interne e che sono molto distanti dall’ufficio avente sede nel capoluogo di provincia, a Crotone. Scelta che stride, tra l’altro, con la politica dello sviluppo del lavoro in una fase storica come quella attuale che, al contrario di quanto la chiusura dell’ufficio di Petilia Policastro testimonia, vuole tutti impegnati, almeno a parole, ad incentivare il lavoro anche attraverso il rafforzamento delle infrastrutture preposte e necessarie per sfruttare al massimo le risorse disponibili per la ripartenza, soprattutto quelle del PNRR. Per ora però, ancora una volta, si penalizza ulteriormente una comunità che è già priva di servizi fondamentali. Quanto ancora dovremo aspettare prima che la politica risponda realmente ai bisogni dei cittadini?"




92 visualizzazioni0 commenti