Anziano morso da un cane: la versione dei Vigili Urbani.



Relativamente all'aggressione da parte di un cane randagio nei confronti di un anziano che si era recato nei pressi dei padiglioni scolastici di Petilia Policastro per prelevare il nipote al termine delle lezioni e portarlo a casa, riceviamo una nota da parte del Comando dei Vigili Urbani guidato dalla comandante Rosaria Mannarino che, per dovere di cronaca, pubblichiamo. Si tratta del verbale sull'accaduto redatto da parte della vigile urbana Angela Cirisano presente all'accaduto che, pur non essendo in servizio, è subito intervenuta insieme ad altre persone per prestare i primi soccorsi al malcapitato. "Appena l'animale si allontanava - ha verbalizzato la Cirisano - anche grazie all'intervento di un'altra signora che cercava di colpirlo con una pietra trovata a terra, mi avvicinavo per chiedere se avesse bisogno di aiuto e per far notare allo stesso che il cane gli aveva rivoinato l'orlo dei pantaloni. Il signor Stumpo, ancora spaventato, riferiva che sentiva male alla caviglia e che non poteva abbassarsi per controllare il piede in quanto gli faceva male la schiena e che era preoccupato per l'accaduto a causa delle sue patologie. Prontamente mi abbassavo per controllare la gamba e sollevando il lembo del pantalone dalla gamba destra notavo che la calza era impregnata di sangue. Chiamavo dal mio cellulare il servizio 118 riferendo l'accaduto, ma gli operatori rispondevano che per un morso di cane era inutile mandare l'ambulanza e che il signor Stumpo doveva rivolgersi al proprio medico curante. Un'altra signora si recava all'Istituto scolastico per chiedere un disinfettante e delle garze per chiedere un disinfettante e delle garze per pulire la ferita in attesa che arrivassero i familiari dello Stumpo. Un'altra signora provvedeva a tamponare la ferita. Recuperati i miei figli all'uscita di scuola e confortata dal fatto che lo Stumpo attendeva l'arrivo dei familiari, facevo rientro a casa".

Francesco Rizza




613 visualizzazioni0 commenti